Conformità alla TPD-II: comunicazione dei volumi di vendita

La TPD-II ha introdotto l’obbligo di comunicare annualmente i dati relativi alle vendite dei prodotti da vaping. Ottemperare a questo obbligo è fondamentale per non incorrere in sanzioni che possono andare da multe, anche di alcune migliaia di euro, fino al ritiro dei prodotti stessi.

I produttori e gli importatori devono sottomettere agli Stati Membri informazioni dettagliate sui volumi di vendita dei prodotti notificati, oltre che indicazioni di carattere generale ricavate da specifiche analisi di mercato.

I dati di vendita serviranno agli Stati Membri per monitorare l’andamento del mercato del vaping, con particolare attenzione a particolari gruppi di consumatori (giovani e non fumatori).

I singoli Stati Membri stanno definendo a livello nazionale i dettagli di quest’obbligo: oltre all’aggiornamento della notifica, sono richieste le formalità  e scadenze differenti nei vari mercati nazionali. Allo stesso modo, anche le sanzioni previste per mancato rispetto delle scadenze sono diverse nei singoli mercati nazionali, con qualche Stato più ‘permissivo’ e molti Stati che prevedono sanzioni.

Per tenerti aggiornato su ogni aspetto rilevante della TPD, abbiamo raccolto per voi le specifiche richieste dai singoli Stati Membri e redatto un dossier costantemente aggiornato, che definisce:

  • le modalità da seguire per trasmettere i dati richiesti;
  • le scadenze relative;
  • le sanzioni previste per ritardo nella comunicazione.
Richiedi il dossier completo
2018-05-16T15:18:57+00:00 maggio 16th, 2018|Normative|0 Commenti

About the Author: